Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di una borsa di studio semestrale, rinnovabile fino a ulteriori 18 mesi, per laureati dal titolo “Programmi osservativi e di archiviazione dati dell’Osservatorio Astronomico di Torino”

 

 

 

Decreto n.   103  del  28 ottobre 2004

 

 

 

 

IL  DIRETTORE

 

 

Vista la delibera del Consiglio Direttivo dell’Osservatorio Astronomico di Torino del 12.3.1999,  con la quale sono state approvate le procedure e le modalità per l’assegnazione di borse di studio e ricerca, riservate a candidati italiani e stranieri il possesso del diploma di laurea o del dottorato di ricerca;

Visto  il D.Lgs. 23 luglio 1999, n. 296 riguardante la “Istituzione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e norme relative all’Osservatorio vesuviano”;

Visto il “Regolamento sull’organizzazione e sul funzionamento degli organi e delle strutture dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)”, pubblicato sul Supplemento ordinario n. 171 alla “Gazzetta Ufficiale” n. 150 del 30 giugno 2001 – Serie generale;

Visto il “Regolamento sull’amministrazione, sulla contabilità e sull’attività contrattuale dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)”, pubblicato sul Supplemento ordinario n. 280 alla “Gazzetta Ufficiale” n. 299 del 27 dicembre 2001 – Serie generale;

Vista la nota prot.n. 82/DA del 8 marzo 2002 con la quale l’INAF ha fornito chiarimenti – tra gli altri argomenti -  in merito all’attivazione di borse di studio ed assegni da parte degli Osservatori Astronomici ed  Astrofisici;

Visto  il D.Lgs. 4 giugno 2003, n. 138, concernente il “Riordino dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)”;

Vista la nota prot.n. 8060/DA/03/BL del 4.8.2003  con la quale l’Amministrazione Centrale ha trasmesso la nota del MIUR prot.n. 806 del 24.7.2003 relativa alla validità dei regolamenti attuativi del D.Lgs. 296/1999 a seguito della emanazione del citato D.Lgs. 138/2003;

Vista la richiesta in data 22 ottobre 2004  con la quale la Dott.ssa B. Bucciarelli, Ricercatore astronomo, e la Dott.ssa C.M. Raiteri, Ricercatore astronomo,  chiedono l’avvio delle procedure di selezione pubblica per l’assegnazione di una borsa di studio per la durata di sei mesi, eventualmente rinnovabile per un periodo fino a ulteriori 18 mesi, dal titolo “Programmi osservativi e di archiviazione dati  dell’Osservatorio Astronomico di Torino”;

Visto il parere favorevole espresso dal Consiglio dell’Osservatorio di Torino nella riunione del 25 ottobre 2004;

Accertata la relativa copertura finanziaria mediante l’utilizzo dei fondi iscritti al Cap. 1.05.00.06 (Spese per il personale esterno) del Bilancio di previsione dell’Osservatorio Astronomico di Torino per il corrente esercizio finanziario;

 

 

Decreta:

 

 

 

Art.  1 – Selezione pubblica

 

E’ indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di n. 1 borsa di studio dal titolo “Programmi osservativi e di archiviazione dati  dell’Osservatorio Astronomico di Torino” da svolgere presso l’Osservatorio Astronomico di Torino, sede Pino Torinese. Il programma è descritto nell’allegato 1.

        

 

Art.  2  - Borsa di studio

 

La durata della borsa di studio è di sei mesi. La borsa potrà essere eventualmente rinnovata in ragione di frazione di anno per un periodo fino ad ulteriori diciotto mesi a seguito della valutazione delle esigenze del programma di ricerca e della disponibilità finanziaria.

L’importo lordo della borsa è di Euro 6.450,00 per i primi sei mesi, che sarà corrisposta in rate mensili posticipate, previa relazione del candidato ed attestazione dell’attività svolta da parte del Responsabile scientifico.

All’Osservatorio è espressamente riconosciuta la facoltà di considerare, con apposita dichiarazione, decaduto l’assegnatario della borsa qualora la periodica valutazione dell’attività svolta non dia esito soddisfacente.

La borsa di studio non è cumulabile con altre borse di studio, né con assegni e sovvenzioni di analoga natura.

 

 

Art.  3 – Requisiti di ammissione

 

Sono ammessi a partecipare alla presente selezione pubblica i candidati italiani o stranieri in possesso del diploma di laurea in Astronomia o in Fisica, o titolo riconosciuto equipollente in base ad accordi internazionali o a vigente normativa. Eventuali titoli ed esperienze post-laurea documentati saranno valutati dalla Commissione esaminatrice.

 

 

Art. 4 – Presentazione delle domande, termini e modalità

 

Le domande di ammissione alla selezione, redatte in carta semplice secondo lo schema riportato in allegato 2, indirizzate al Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Torino, Via Osservatorio n. 20, 10025 Pino Torinese (To) dovranno essere presentate in busta chiusa presso l’Ufficio Segreteria dell’Osservatorio – nell’orario 10-12 dal lunedì al venerdì –  entro e non oltre il giorno 27 novembre 2004. 

Le domande di ammissione alla selezione saranno considerate prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine su indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante. Le domande potranno altresì essere fatte recapitare tramite corriere autorizzato, purché pervengano entro il termine indicato. Resta esclusa qualsiasi diversa forma di presentazione delle domande.

Il plico contenente la domanda dovrà riportare chiaramente: nome, cognome e indirizzo del candidato e la dicitura “Borsa di studio – Programmi osservativi e di archiviazione dati dell’Osservatorio Astronomico di Torino”.

Alla domanda dovranno essere allegati copia del titolo di studio e degli altri documenti, che il candidato riterrà utili al fine della partecipazione alla selezione. Tutti i predetti documenti potranno essere redatti in carta semplice, secondo le vigenti disposizioni di Legge. I candidati possono dimostrare il possesso dei titoli utilizzando la dichiarazione sostitutiva di certificazione riportata nell’allegato 3.

Le domande non sottoscritte e quelle pervenute dopo il termine fissato non verranno prese in considerazione. Scaduto il termine, non sarà altresì consentito sostituire o integrare i titoli o i documenti già presentati.

 

Nella domanda il candidato dovrà indicare con chiarezza e precisione:

 

1)      cognome e nome;

2)      luogo di nascita;

3)      possesso del diploma di laurea, con l’indicazione della data del conseguimento e la votazione riportata;

4)      luogo di residenza;

5)      i titoli, documenti ed eventuali pubblicazioni che il candidato ritenga utile presentare;

6)      indirizzo a cui inviare le comunicazioni relative al concorso con l’indicazione, se possibile del numero di telefono o eventuale e-mail; 

 

Inoltre, il candidato sotto la sua responsabilità, deve dichiarare nella domanda:

 

a)      di non aver riportato condanne penali né di avere  procedimenti penali in corso, precisando, in caso contrario, quali condanne e precedenti penali;

b)      di avere assolto gli obblighi di leva o di essere militesente o di non dover assolvere tali obblighi durante il periodo della presente borsa di studio;

c)      se abbia usufruito o usufruisca di altre borse di studio di altri Enti pubblici o privati e per quale durata.

 

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

 

1.      diploma di laurea con l’indicazione della votazione finale riportata o eventuale autocertificazione;

2.      copia di ulteriori titoli di studio o professionali e di eventuali lavori che il candidato  ritenga utile  presentare  per meglio qualificare il proprio curriculum professionale;

3.      breve curriculum degli studi e scientifico;

4.      elenco delle pubblicazioni e dei titoli presentati.

 

Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 28.12.2000 n. 445, la firma del candidato in calce alla domanda di ammissione alla selezione non è soggetta ad autenticazione. L’omissione della firma comporterà l’esclusione dalla selezione.

I candidati portatori di handicap dovranno fare esplicita richiesta nella domanda di partecipazione alla selezione, in relazione al proprio handicap, riguardo l’ausilio necessario nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento del colloquio, secondo le modalità previste dalla Legge 5 febbraio 1992, n. 104.

L’Amministrazione non assume responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario e per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

 

 

Art. 5 – Commissione esaminatrice e procedure di selezione

 

Le domande pervenute saranno esaminate da una Commissione esaminatrice, costituita da tre esperti e un segretario, che sarà nominata dal Direttore dell’Osservatorio. La valutazione avverrà sulla base dei titoli presentati e dovrà tener conto dell’esperienza del candidato nell’argomento della borsa. Durante il colloquio, che verterà sugli argomenti del programma riportato nell’allegato 1, sarà altresì accertata la conoscenza della lingua inglese.

Per la valutazione dei titoli, la Commissione esaminatrice dispone per ciascun candidato di 60 punti, di cui 30 punti per i titoli e 30 punti per il colloquio. Saranno considerati idonei i candidati che avranno conseguito almeno il 70% del punteggio a disposizione per il colloquio.

La valutazione dei titoli precede il colloquio. La valutazione dei titoli sarà effettuata sulla base dei documenti allegati alla domanda dai candidati.

 

La Commissione esaminatrice, nella valutazione dei titoli, terrà conto in particolare:

 

·        del voto finale del diploma di laurea, fino a 7 punti così suddivisi:

punti   7 per il diploma di laurea conseguito con votazione 110/110 e lode;

punti   6 per il diploma di laurea conseguito con votazione 110/110:

punti   5 per il diploma di laurea conseguito con votazione 105-109;

punti   4 per il diploma di laurea conseguito con votazione 100-104;

punti   3 per il diploma di laurea conseguito con votazione   90-103;

·        dell’eventuale possesso del titolo di dottore di ricerca, punti 3;

·        dell’esperienza documentata nel campo di attività del programma di cui all’allegato  1, attraverso la valutazione del curriculum scientifico, formativo e professionale, fino ad un massimo di punti 10;

·        delle pubblicazioni scientifiche, fino ad un massimo di punti 10.

 

I candidati, che hanno presentato la domanda di ammissione alla selezione ed ai quali non sia stata comunicata l’esclusione disposta ai sensi del precedente art. 2, sono convocati per sostenere il colloquio il giorno 30 novembre 2004 alle ore 11 presso l’Osservatorio Astronomico di Torino, Via Osservatorio n. 20 in Pino Torinese (TO). Per sostenere il colloquio, i candidati dovranno essere muniti di un documento di riconoscimento non scaduto di validità.

 

Il presente bando ha valore di notifica e convocazione per la partecipazione al colloquio a tutti gli effetti. La mancata partecipazione al colloquio, per qualunque motivo, sarà considerata come rinuncia da parte del candidato alla presente procedura di selezione.

 

La Commissione redigerà quindi una graduatoria dei candidati ritenuti idonei. La graduatoria sarà resa pubblica mediante affissione all’Albo ufficiale e sul sito  web dell’Osservatorio. L’esito del concorso sarà notificato a ciascun candidato a cura dell’Osservatorio.

Gli atti relativi alla selezione e la graduatoria saranno approvati con decreto del Direttore dell’Osservatorio.

La graduatoria resta valida per un periodo di 24 mesi dalla data di approvazione degli atti della selezione e potrà essere utilizzata, oltre che in caso di rinuncia da parte del vincitore, anche in caso di risoluzione anticipata del conferimento della borsa, al fine di garantire la copertura del periodo residuo per consentire il completamento del programma di ricerca.

 

 

Art. 6 – Conferimento della borsa di studio, obblighi del borsista

 

Al vincitore sarà data formale comunicazione del conferimento della borsa di studio a mezzo raccomandata o telegramma. Entro il termine perentorio di tre giorni dalla data di ricevimento della comunicazione il medesimo dovrà far pervenire all’Osservatorio la dichiarazione di accettare la borsa di studio senza riserve alle condizioni indicate nel bando di selezione pubblica.

Nella dichiarazione il vincitore dovrà dare esplicita assicurazione, sotto la propria personale responsabilità, che non usufruirà, durante tutto il periodo di durata della borsa, di altre borse di studio, né di sovvenzioni o assegni analoghi, e che non percepirà stipendi o retribuzioni di qualsiasi natura, derivanti da rapporto di impiego pubblico o privato.

L’ottenimento della borsa di studio non comporta, in nessun caso, l’obbligo dell’assunzione presso l’INAF-Osservatorio Astronomico di Torino.

La borsa di studio di cui al presente concorso non dà luogo a trattamento assistenziale e previdenziale.  L’Osservatorio provvederà ad effettuare le ritenute fiscali ed al loro versamento secondo le modalità previste dalla vigente normativa.

In ogni caso, l’assegnatario della borsa è tenuto a provvedere personalmente alla propria assicurazione contro le malattie ed infortuni, senza alcun onere a carico dell’Osservatorio, ed a darne comunicazione scritta all’Amministrazione dell’Osservatorio.

L’assegnatario della borsa rientrerà nella copertura prevista, secondo i limiti e le modalità, dalla polizza sulla responsabilità civile stipulata dall’Osservatorio.

 

 

Art. 7 – Trattamento dei dati personali

 

         Ai sensi dell’art. 13, comma 1, del D.Lgs., 30 giugno 2003 n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’INAF-Osservatorio Astronomico di Torino per le finalità di gestione della presente selezione pubblica e dei rapporti conseguenti. Il conferimento di tali dati è indispensabile ai fini della valutazione dei requisiti per l’ammissione alla selezione, pena l’esclusione dalla stessa. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle Amministrazioni Pubbliche direttamente  interessate alla posizione giuridica-economica del candidato. Il candidato gode dei diritti di cui all’art. 7 del predetto decreto legislativo, tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Direttore dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Torino, titolare del trattamento dei dati. Responsabile del trattamento è il Responsabile amministrativo dell’Osservatorio medesimo.

 

 

Art. 8 – Norme di rinvio e disposizioni finali

 

Per quanto non espressamente previsto nel presente bando, continuano a trovare applicazione – in quanto compatibili – le norme generali relative allo svolgimento dei pubblici concorsi. L’Osservatorio assicura altresì l’osservanza delle vigenti disposizioni in materia di pari opportunità tra uomini e donne.

 

         Il presente bando sarà pubblicato all’Albo Ufficiale e sul sito web dell’Osservatorio Astronomico di Torino (http://www.to.astro.it) e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (http://www.inaf.it). Inoltre,  esso sarà trasmesso per via telematica agli Osservatori Astronomici ed Astrofisici italiani ed agli Istituti IRA, IASF e IFSI confluiti nell’INAF.

         Copia del bando sarà altresì inviata all’Amministrazione Centrale dell’INAF.

 

 

       Il Direttore

  Dott. E. Trussoni

 

 

Pino Torinese, li 28 ottobre 2004.

 

 

 

 

 

Allegato 1:  Programma.

 

Il programma della borsa di studio è relativo alla realizzazione delle seguenti attività:

 

a)      catalogazione e digitalizzazione di parte dell’archivio di lastre fotografiche dell’Osservatorio di Torino (ricognizione, catalogazione ed informatizzazione dell’archivio esistente); digitalizzazione di un campione di lastre di interesse scientifico e/o scelte come calibratori per la valutazione delle prestazioni dello scanner dal punto di vista delle precisioni astrometriche e fotometriche, sotto la supervisione della Dott.ssa B. Bucciarelli.

 

b)      Tests sul software di controllo ed acquisizione dati del telescopio REOSC recentemente implementato nell’ambito del progetto di robotizzazione del telescopio stesso; osservazioni notturne per il controllo del funzionamento del telescopio (puntamento, fuoco, corretta esecuzione della schedula automatica) e della camera di acquisizione dai, nonché dell’affidabilità dei sistemi di controllo (centralina meteo, dispositivi di fine corsa), sotto la supervisione della Dott.ssa C.M. Raiteri.

 

Allegato 2:  Schema di domanda.

 

Al Direttore

dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Torino

Via Osservatorio, 20

10025  PINO TORINESE  (Torino)

 

 

Il/La sottoscritto/a                                     nato/a  il                                 a

residente in                                                                

in possesso del seguente titolo di studio:

conseguito il                       presso

con votazione di

rivolge domanda per essere ammesso/a alla selezione pubblica, per titoli e colloquio, per l’assegnazione di n. 1 borsa di studio dal titolo “Programmi osservativi e di archiviazione dati  dell’Osservatorio Astronomico di Torino”, indetta con Decreto n. 103 del 28.10.2004, da svolgere presso l’Osservatorio Astronomico di Torino, sede Pino Torinese.

 

Dichiara sotto la propria responsabilità:

a)      di non aver riportato condanne penali né di avere  procedimenti penali in corso, precisando, in caso contrario, quali condanne e precedenti penali;

b)      di avere assolto gli obblighi di leva o di essere militesente o di non dover assolvere tali obblighi durante il periodo della presente borsa di studio.

 

        Inoltre, il/la sottoscritto/a dichiara di aver usufruito o di usufruire delle seguenti borse di studio presso altri Enti pubblici o privati per il periodo: …………….…………………………

 

Allega la seguente documentazione:

§         diploma di laurea con l’indicazione della votazione finale riportata o eventuale autocertificazione;

§         copia di ulteriori titoli di studio o professionali e di eventuali lavori che il candidato  ritenga utile  presentare  per meglio qualificare il proprio curriculum professionale;

§         breve curriculum degli studi e scientifico;

§         elenco delle pubblicazioni e dei titoli presentati.

 

Inoltre, il/la sottoscritto/a chiede che le comunicazioni riguardanti il presente concorso gli siano inviate  al presente indirizzo ...………………………..……………………………….

(specificare anche, se possibile, il numero di telefono, fax ed eventuale indirizzo e-mail).

 

Infine, il/la sottoscritto/a autorizza l’Amministrazione dell’Osservatorio al trattamento dei propri dati personali per le esclusive finalità della selezione in oggetto.

 

Firma (da non autenticare)

 

Data, ………………….

 

 

Allegato 3:  Modello di autocertificazione.

 

 

AUTOCERTIFICAZIONE

 

 

Il/la  sottoscritto/a                                     nato/a il                                 a

residente in

nella sua qualità di candidato alla selezione pubblica per l’assegnazione di una borsa di studio, indetta dall’Osservatorio Astronomico di Torino con Decreto n. 103 del 28.10.2004, a conoscenza delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni mendaci dal Codice penale e dalle altre disposizioni di legge e della decadenza dai benefici eventualmente conseguiti (Art. 75 e 76 del DPR 445/2000), sotto la sua personale responsabilità

 

 

DICHIARA e AUTOCERTIFICA

 

 

1. che le copie delle tesi,  delle pubblicazioni e dei lavori presentati sono conformi   all’originale;

2.  di aver conseguito in data ………….. la laurea in …….…………………………… presso     l’Università degli studi di ………con votazione finale di ……………………;

3. di possedere i seguenti titoli  (indicarne gli estremi di conseguimento):  diploma  di dottorato, attestati di frequenza  a corsi di  perfezionamento  post-laurea,  master, borse  di  studio,  contratti  per attività di ricerca presso enti pubblici e privati, altro ……

 

 

Firma (da non autenticare)

 

Data, ………………….

 

 

 

 

N.B. La dichiarazione deve essere presentata o inviata unitamente a fotocopia, non autenticata, di un valido documento di identità personale del dichiarante.